Come trovare il lavoro giusto? Una questione di personalità

Trovare il lavoro ideale è una domanda legittima da porsi?  La parola ideale corrisponde ad avere una vocazione? Per trovare il lavoro giusto la domanda principale da porsi è: si ha una vocazione? 

La vocazione è una scintilla che ti conduce a costruire un progetto, in alcuni casi è individuabile fin da bambini. Si sente una “chiamata” a fare qualcosa che ti permette di tradurre la vocazione in un lavoro concreto.

La vocazione non è una prerogativa di chiunque, la spinta verso un determinato ambito lavorativo è un concetto non facile da tradurre in parole semplici, lo si può comprendere dopo un percorso individuale. Per capire “chi si vuole diventare” occorre fare esperienza. Una volta individuato l’ambito in cui si vorrebbe operare bisogna “buttarsi”: corsi di formazione, attività, collaborazioni, per immergersi in quello che si crede essere il lavoro giusto. Non è mai troppo tardi per trovare il lavoro giusto. Si può fare anche a quarant’anni!

Lavoro giusto – Esplorazione

La sicurezza di essere nell’ambito giusto non si potrà trovare altrove che in sé stessi, ma esplorare l’ambiente lavorativo per cui si sente la spinta vocazionale e l’esperienza che se ne ricava può essere d’aiuto per capire quali sono i tuoi requisiti ed il lavoro in cui realizzarti.

Lavoro giusto – Individuare le propria vocazione

A volte non si ha chiaro il ruolo professionale ma ci si deve domandare cosa si vuole dare di sé stessi alla società. Conoscere il significato, lo scopo, di un prodotto che vorresti creare o un servizio, ti permetterà di trovarti un ruolo e rendere il tuo lavoro attuale, e mantenere la motivazione che ti ha portato a sceglierlo.

Le competenze

È importante sviluppare le competenze, la conoscenza e diventare esperto della materia di cui ti occupi nel tuo lavoro.

La passione

Se per ragioni di sussistenza fai un lavoro che non ti piace ma hai una forte passione devi realizzare un vero e proprio progetto di sviluppo in cui ritaglierai del tempo per il lavoro di sussistenza e del tempo per inseguire le passioni con attività di studio e formazione fin quando non farai diventare la tua passione il tuo lavoro principale.

Il lavoro giusto – Riflesso della tua vita privata

La qualità della vita lavorativa influenza e determina anche la qualità della vita privata, trovarsi il lavoro giusto è quindi davvero importante: nella tua vita trascorrerai la maggior parte del tuo tempo a lavorare.  Tutta la tua vita sarà il riflesso della carriera che decidi di intraprendere. Inoltre, il lavoro influisce anche sulla fiducia che abbiamo in noi stessi. Se lavori sereno sarai un uomo felice.  

Il lavoro giusto – Consigli pratici

  • Nessuna formazione è mai tempo perso
  • Il lavoro giusto fa aumentare competenza e abilità (bisogna fare dei bilanci e valutare se si è appreso qualcosa di utile)
  • Lavorare sempre con i migliori, la mediocrità difficilmente valorizzerà il tuo lavoro
  • La ricompensa dovrebbe essere proporzionale ai tuoi sforzi ma non sempre è possibile. È più importante che il tuo ambiente lavorativo ti aiuti a crescere ed a sviluppare i tuoi talenti.

Scegli il lavoro che ami e non lavorerai neanche per un giorno in tutta la tua vita” (Confucio)

Autore dell'articolo: Francesca Gori