Il mondo delle delle frese per la spianatura del legno

Cos’è una fresa per il legno

Le frese per spianare il legno rappresentano uno strumento fondamentale per livellare, in modo rapido e preciso, ogni superficie in legno. Sotto questo punto di vista, quindi, le frese per il legno rappresentano uno strumento fondamentale per chiunque voglia lavorare questo straordinario materiale onde ottenere manufatti di pregio realizzati secondo modalità professionali.

Questa fase della lavorazione del legno è detta appianamento e consente per l’appunto di eseguire lavori che non richiedono ulteriori ritocchi per perfezionare il taglio effettuato. Con una fresa per la spianatura del legno sarà possibile sagomare, creare bordature o profili, angoli o ribassi, abbellire elementi o preparare blocchi che serviranno poi in lavori successivi. Ogni persona che lavori nel settore del legno conosce l’importanza di questo strumento e perciò è opportuno che chiunque si accosti per le prime volte ad una fresa per piallare conosca le sue funzionalità in modo da ottimizzare il lavoro che si intende eseguire.

Come funziona una fresa per il legno

Una fresa per la spianatura del legno non è complessa da utilizzare, tuttavia bisogna conoscerne le basi. Iniziamo con l’affermare che la fresa sia sostanzialmente un moderno scalpello che ruota. Esso perciò sarà costituito da una parte che ruoterà su se stessa ed una parte invece fissa. I soggetti fondamentali in questo strumento sono certamente le lame, la cui qualità andrà a determinare il lavoro che verrà riportato sul legno ed anche il valore della fresa stessa.

La struttura delle lame di cui si compone la fresa per piallare dovrà essere sostituita ogni qual volta sarà necessario. E’ chiaro infatti che le lame si consumeranno inevitabilmente e la loro sostituzione non può essere rimandata troppo se si vuole essere certi di eseguire lavori impeccabili. La fresa per spianare il legno dunque necessità di piccole ma importanti cure. Com’è possibile intuire, la sua manutenzione è parte essenziale del lavoro stesso, perciò sarà altrettanto importante mantenere costantemente pulita la fresa ad ogni inizio e fine utilizzo. Questo infatti permetterà di eseguire lavori precisi senza alcun genere di intoppi.

Come scegliere una buona fresa per il legno

Gli elementi da tenere in considerazione nella scelta di una fresa per la spianatura del legno sono le lame e la qualità della fresa stessa. E’ vero che in commercio possiamo trovare frese di qualsiasi genere e qualità ma puntare sulla prima fresa per piallare senza le accortezze dovute sarebbe ingeneroso per noi stessi e per il grande aiuto che invece una fresa di valore può fornirci per i lavori più professionali ma anche per gli hobby. Iniziamo con il dire che per acquistare la miglior fresa per spianare il legno è bene tenere a mente diverse considerazioni e domande da farsi prima di procedere effettivamente all’acquisto.

Sarà necessario sapere, infatti, che tipo di legno si intenderà lavorare, (perché ogni tipologia di legno, in base alla pianta di provenienza, presenta caratteristiche strutturali, di densità e malleabilità, differenti), quali lavori e finiture si vorranno sviluppare, quale macchina si è propensi ad utilizzare (una verticale o una cnc) per la fresata e quanti pezzi verranno lavorati. Ma questo ancora non basta. Chi non è addetto al mestiere potrebbe credere che le frese siano costituite tutte dallo stesso materiale o comunque da materiali simili tra loro. Non è così. I materiali con i quali le frese lavorano il legno possono essere l’acciaio (sono le più comuni e le più economiche), il metallo duro e il diamante. Sulla base di queste informazioni, orientarsi nel mondo delle frese per la lavorazione del legno sarà più agevole. Ci sono tante frese quanti sono i lavori che si intendono svolgere con il legno. La fresa sarà sempre un’ottima alleata ed un grande aiuto per chi vive del legno e per chi lo lavora per hobby.

Autore dell'articolo: Francesca Gori