Veleni anti-blatte e accorgimenti da adottare in casa

Ecco alcuni consigli utili su come eliminare le blatte in casa

Le blatte, meglio note come scarafaggi, sono tra le presenze più fastidiose che si possono trovare all’interno di un’abitazione. Avere la casa infestata da questi insetti significa dover trovare al più presto una soluzione efficace per farli allontanare. Ma come eliminare le blatte in casa in maniera rapida e soprattutto definitiva? Quali soluzioni si possono adottare? In primo luogo è necessario procurarsi dei prodotti appositi. A questo punto occorrerà conoscere la corretta procedura da adottare per essere certi che in pochi giorni le blatte scompaiano dall’abitazione. La disinfestazione può essere effettuata in totale autonomia, oppure ci si può affidare a una ditta specializzata che sappia essere risolutiva nel fornire tutta l’assistenza necessaria e nell’eliminare anche le blatte morte in casa.

Elimina definitivamente le blatte dalla tua casa

Per eliminare le blatte presenti in casa è indispensabile l’utilizzo di insetticidi appropriati. Questi prodotti sono in grado di agire in pochissimo tempo anche su colonie di scarafaggi numerose. Teniamo presente che questi insetti si moltiplicano con rapidità e sono capaci di infestare un’abitazione in pochi giorni, soprattutto se trovano residui di cibo o ambienti umidi dove proliferare. La prima cosa da fare quando ci si accorge di averli in casa è procurarsi un insetticida efficace. Ne esistono di diversi tipi, dagli spray alle trappole. La scelta deve ricadere sull’una o sull’altra tipologia. Lo spray è raccomandato quando si conosce l’esatta posizione del nido. Ecco dunque che ci si chiede come stanare le blatte. Normalmente si trovano nelle crepe del muro. Una volta individuato il passaggio, si può spruzzare al suo interno l’insetticida con l’obiettivo di uccidere gli scarafaggi. Naturalmente, trattandosi di un potente veleno, bisogna evitare qualsiasi contatto con esso e dunque è necessario tenere lontani animali domestici e bambini. Mentre si lascia agire è importante adottare alcuni preziosi accorgimenti per velocizzare l’eliminazione delle blatte. Molto semplicemente, nel periodo per la disinfestazione delle blatte è opportuno tenere pulito ogni angolo della casa, con attenzione al bagno e alla cucina, dove si concentra in misura maggiore quell’umidità che tanto piace alle blatte. Occorre eliminare ogni residuo di cibo e ricordarsi di asciugare bene lavandini e sanitari, per porre a questi insetti infestanti ulteriori ostacoli e togliere loro gli elementi essenziali alla sopravvivenza. Se uno scarafaggio può vivere diversi giorni senza cibo, al contrario non può stare senz’acqua. Ecco spiegato dunque come uccidere le blatte.

Blatte: come eliminarle definitivamente

Le blatte si moltiplicano con una velocità davvero incredibile. Per loro è normale deporre anche 40 o 50 uova contemporaneamente. Ecco perché avere la casa infestata da questi insetti è un problema da non sottovalutare assolutamente. Ma come debellare le blatte in pochi giorni evitando di spruzzare insetticidi in casa? Si possono usare le trappole. Esse contengono al loro interno una particolare sostanza che attira gli scarafaggi perché scambiata per cibo. Gli insetti la recuperano per portarla all’interno della loro colonia ed è lì che il veleno inizia a essere efficace. Il tempo di azione è in genere pari a un paio di settimane, trascorse le quali la colonia di blatte si potrà considerare definitivamente eliminata. Alternativa alle trappole contenenti veleno sono quelle a ultrasuoni, vantaggiose perché non rappresentano un pericolo per chi frequenta la casa. Emettono segnali acustici impercettibili per l’uomo ma estremamente fastidiosi per gli insetti, i quali non resistono e si allontanano. Tali repellenti possono essere utilizzati in qualsiasi ambiente domestico senza problemi e sono efficaci persino negli spazi aperti, come balconi, terrazzi e giardini. Hanno inoltre il vantaggio di essere completamente ecologici. Ecco dunque spiegato come eliminare le blatte.

Autore dell'articolo: Francesca Gori